La Siae in Commissione Cultura, metafora di come funziona (o non funziona) il Parlamento - Indagine conoscitiva Commissione Cultura della Camera dei Deputati - Indagine sulla SIAE - Osservatorio sulla SIAE

Osservatorio Indipendente sulla SIAE

Section categories

Indagine conoscitiva Commissione Cultura della Camera dei Deputati [63]
All'inizio del 2012, dopo le discusse decisioni della SIAE sul proprio patrimonio immobiliare e sul Fondo Pensioni, la Commissione Cultura della Camera ha varato una indagine conoscitiva ascoltando protagonisti e testimoni delle vicende.

Login form

Indagine sulla SIAE

Main » Articles » Indagine conoscitiva Commissione Cultura della Camera dei Deputati

La Siae in Commissione Cultura, metafora di come funziona (o non funziona) il Parlamento
La Commissione cultura della Camera ha esaminato nel corso di sei mesi quintali di documenti della Siae e ha ascoltato numerose testimonianze.  A luglio si e conclusa l'indagine conoscitiva e sono stati acclarati -per essere gentili si usano le recenti parole dell'on. Zazzera- "innumerevoli elementi di criticità, evidenziati anche dal sottosegretario Peluffo, emersi nel corso dell'indagine conoscitiva sull'argomento (Comm. Cultura 12/9/2012)",  e dell'On. De Biasi "rilevanti e preoccupanti problematiche emerse all'esito dell'indagine conoscitiva, soprattutto in merito all'approvazione dello statuto ed alla questione della governance della SIAE (ibidem)". Da tre mesi si e' deciso di procedere all'Istituzione di una Commissione parlamentare di inchiesta sulla situazione della Società italiana degli autori ed editori. Tutti i gruppi (si rileggano gli appassionati interventi di Carra, Giulietti, Coscia e Pippo Gianni) sono d'accordo. Anche il gruppo di Berlusconi sembrava orientato verso la Commissione d'inchiesta: si pensi ai documentatissimi interventi di Scalera e Colucci. Lo stesso Barbieri qualche tempo fa aveva fatto degli interventi puntualissimi ponendo domande serie e incisive sul funzionamento della Siae. Per procedere occorre fare una semplice votazione. Dopo tanto tempo che si aspetta a farlo? Dalla ripresa dopo la pausa estiva ogni settimana si riunisce la Commissione, ma adesso l'On. Barbieri propone di rinviare e si rinvia. Una volta perché' il partito di Berlusconi deve ragionare al suo interno, l'ultima volta perché' si propone di risentire Ornaghi e Peluffo (peraltro già' sentiti) e si e' in curiosa attesa di sapere cosa si inventeranno dopodomani merc. 26 settembre per rinviare ancora (si suggerisce all'On. Barbieri di chiedere di risentire uno per uno tutti quelli gia' auditi per ricevere conferma di quanto gia' dichiarato). In sostanza l'On. Barbieri (capogruppo del PdL) ha cambiato completamente posizione e sta facendo melina. E' troppo chiedere che si mettano a verbale le spiegazioni che dalla Siae deve aver ricevuto in privato l'On. Barbieri, visto che agli atti della Camera sono rimasti gravi interrogativi dei Parlamentari (incluso lo stesso On. Barbieri) sulle operazioni immobiliari, sui bilanci, sui rapporti sindacali, sullo statuto senza risposte?

Si allega in calce  l'ultimo verbale della Commissione Cultura che senza bisogno di ulteriori commenti ne spiega l'efficienza.


ALLEGATO Verbale della Commissione Cultura della Camera 19 settembre 2012
Istituzione di una Commissione parlamentare di inchiesta sulla situazione della Societ√† italiana degli autori ed editori (Doc. XXII, n.‚ÄÇ32). 
(Seguito dell'esame e rinvio).

‚ÄÉ‚ÄÇLa Commissione prosegue l'esame del provvedimento, rinviato, da ultimo, nella seduta del 12 settembre 2012.

‚ÄÉ‚ÄÇPaola GOISIS (LNP), relatore, ricorda come nella precedente seduta sia stata accolta la richiesta dell'onorevole Barbieri di concedere una pausa di riflessione al gruppo del PdL in ordine al testo in esame. Invita quindi il collega ad intervenire al riguardo.

  Emerenzio BARBIERI (PdL) intende comunicare che, a seguito di una apposita riunione del gruppo dei deputati della Commissione cultura del PdL, è stato concordato di chiedere l'audizione del ministro Ornaghi e del sottosegretario Peluffo e, quindi, di decidere se proseguire nell'approvazione del presente provvedimento. Evidenzia, fra l'altro, come vi siano oramai tempi ristretti per procedere all'istituzione di un'eventuale Commissione d'inchiesta, considerate le prossime scadenze istituzionali di fine legislatura.

  Paola FRASSINETTI, presidente, ritiene che, stante la presenza del sottosegretario Peluffo, egli possa intervenire già nella seduta odierna a fornire i chiarimenti richiesti.

  Il sottosegretario Paolo PELUFFO si riserva di sentire il ministro Ornaghi per concordare una linea comune sul provvedimento in esame, essendo entrambi competenti quali soggetti vigilanti la SIAE. Osserva d'altra parte come l'indagine conoscitiva condotta dal Parlamento sia stata fondamentale per potenziare l'attività di vigilanza sulla SIAE. Ricorda, tra l'altro, come fra gli ultimi atti di vigilanza vi sia quello avente ad oggetto i residui passivi dell'ente, nonché la proposizione di modifiche Pag. 115alla bozza di statuto che è stata presentata, sulla base dei rilievi della citata indagine conoscitiva. Evidenzia, poi, come la vigilanza sulla SIAE si eserciterebbe in modo più efficace assoggettando lo stesso ente al controllo della Corte dei conti. Rileva, quindi, che si dovrà tener conto della nuova bozza di proposta di direttiva dell'Unione europea in materia di collecting, anche per valutarvi la conformità dello statuto. Si dichiara, infine, ovviamente disponibile a consegnare tutti gli atti di vigilanza compiuti sotto la sua responsabilità.

  Maria COSCIA (PD) ritiene, a nome del gruppo del PD, che la presente proposta di legge dovrebbe essere subito approvata, conferendo immediatamente il mandato al relatore a riferire in Assemblea. Prende atto delle iniziative assunte dal Governo, pur ribadendo che l'indagine conoscitiva svolta abbia consentito di sviscerare tutte le problematiche indicate dal sottosegretario Peluffo. Non vorrebbe che le continue richieste del collega Barbieri mirassero invece a procrastinare il termine dell'esame del provvedimento in Commissione, proprio al fine di non consentire all'Assemblea di esaminarlo. Ritiene invece che la Commissione cultura non può sottrarsi dall'adempiere al proprio compito di assicurare al Parlamento di discutere il provvedimento in oggetto.

‚ÄÉ‚ÄÇEnzo CARRA (UdCpTP) ribadisce, a nome del suo gruppo, la richiesta al Governo di rendere nota la propria posizione in ordine alla stato di vigilanza sulla SIAE e alle eventuali prospettive di riforma.

  Giuseppe GIULIETTI (Misto) condivide la richiesta dell'onorevole Coscia, chiedendo quale sia la valutazione del Governo e ricordando che la Rai è stata da tempo, opportunamente assoggettata al controllo della Corte dei conti. Chiede, inoltre, al sottosegretario Peluffo che trasmetta una nota alla Commissione sullo stato dei lavori relativi alla proposta di legge in materia di equo compenso ai giornalisti non professionisti, approvato da tempo dalla Commissione cultura, e ancora pendente al Senato.

‚ÄÉ‚ÄÇPaola FRASSINETTI (PdL), presidente, nessun altro chiedendo di intervenire, rinvia quindi il seguito dell'esame ad altra seduta.

Category: Indagine conoscitiva Commissione Cultura della Camera dei Deputati | Added by: ossiae (24-Sep-2012) | Date: 24 settembre 2012
Views: 457 | Tags: Blandini, Rondi, Siae, Commissione Cultura Camera, Barbieri

Search

Link di Riferimento

  • SIAE
  • Verbali audizioni 15/2/2012
  • Verbali audizioni 22/2/2012
  • Verbali audizioni 29/2/2012
  • Trascrizione audizioni 06/3/2012
  • Verbale audizione 15/3/2012
  • Link Rassegna Stampa

  • Lo scandalo Siae | Guido Scorza | Il Fatto Quotidiano del 27 febbraio 2012
  • SIAE QUEL CHE SIA, LA POLTRONA È MIA di Malcom Pagani per il "Fatto quotidiano"
  • Scandalo Siae. Atto II. Le reazioni | Guido Scorza | Il Fatto Quotidiano del 29 febbraio 2012
  • La Siae di Nottingham | Filippo Gatti | Il Fatto Quotidiano del 14 marzo 2012
  • SIAE allo sbaraglio. Chi la salverà? | Il Journal del 30 marzo 2012
  • SEZIONE DOCUMENTI E ARTICOLI STAMPA

    VAI ALLA SEZIONE STAMPA