La Siae ha costituito un "sindacato giallo"'? L'on. Zazzera e l'On. De Biasi attenti ai fondamentali diritti dei lavoratori. - Indagine conoscitiva Commissione Cultura della Camera dei Deputati - Indagine sulla SIAE - Osservatorio sulla SIAE

Osservatorio Indipendente sulla SIAE

Section categories

Indagine conoscitiva Commissione Cultura della Camera dei Deputati [63]
All'inizio del 2012, dopo le discusse decisioni della SIAE sul proprio patrimonio immobiliare e sul Fondo Pensioni, la Commissione Cultura della Camera ha varato una indagine conoscitiva ascoltando protagonisti e testimoni delle vicende.

Login form

Indagine sulla SIAE

Main » Articles » Indagine conoscitiva Commissione Cultura della Camera dei Deputati

La Siae ha costituito un "sindacato giallo"'? L'on. Zazzera e l'On. De Biasi attenti ai fondamentali diritti dei lavoratori.
On. ZazzeraNel corso degli incontri svoltisi presso la Commissione Cultura della Camera si è affacciata una gravissima eventualità posta da alcuni parlamentari. In particolare si sono espressi con precisione sul punto gli Onn. Zazzera e De Biasi che stanno svolgendo un incredibile lavoro puntuale e informato.
Di certo la Commissione Cultura sta dimostrando che il Parlamento non è fatto  solo di parlamentari come Lusi e le decine di migliaia di autori che stanno seguendo sul web cosa sta accadendo non possono che compiacersi per il lavoro di questi deputati. 
L'art.17 dello Statuto dei lavoratori vieta la costituzione dei c.d. sindacati gialli o di comodo, cioè sindacati costituiti e sostenuti dai datori di lavoro. Naturalmente non è facile individuare gli atti effettivi che i datori di lavoro compiono per sostenere un sindacato a suo uso e consumo: di certo non lo fanno con un ordine di servizio.
Quello che ha riferito l'On. De Biasi in Commissione ha dell'incredibile se dovesse essere confermato: "A noi risulta, poichè l'abbiamo vista, che esista una lettera del dottor Cerasoli, nella quale questi indica testualmente al sindacato che cosa deve scrivere. Il sindacato risponde con le stesse parole, precise e identiche". In poche parole Cerasoli che è il responsabile delle relazioni sindacali avrebbe "dettato" un comunicato parola per parola via mail ad un sindacato che senza cambiare una virgola l'avrebbe fatto proprio.
L'On. Zazzera che dal primo momento ha mostrato grandissima sensibilità per i diritti dei lavoratori ha dichiarato: "A me risulta, ma sicuramente tale circostanza è stata inserita nel carteggio, che il 15 febbraio, alle 13.45, il dottor Cerasoli ha inviato, non so a quale titolo - peraltro da un indirizzo e-mail istituzionale intestato alla SIAE - un messaggio a Piero Alfarano, che risulta essere il rappresentante della Uilpa mandatari. Sembrerebbe quasi, ma può darsi che mi sbaglio, che l'e-mail indirizzata a Piero Alfarano sia una sorta di suggerimento su come costituire un sindacato. Per questo motivo mi sono permesso di svolgere un'osservazione in merito alla sovrapposizione. A quale titolo il dottor Cerasoli, utilizzando peraltro l'e-mail istituzionale, si occupa di una questione di cui non dovrebbe occuparsi?"
Queste cose -se dovessero essere confermate- non si vedevano dai tempi degli scontri sindacali degli anni '60 e '70.
Purtroppo la spiegazione di Blandini non sembra essere stata convincente. Eccola: "Con riferimento alle carte che ho trovato, tra cui l'e-mail cui si fa riferimento, sembrerebbe che al mandatario Piero Alfarano, Cerasoli risponda: "Prendo atto. Grazie". Questo risulta dalle carte che io allego. Se sbaglio, farò ammenda e mi darete la documentazione per approfondire l'indagine interna, che ovviamente ho intenzione di fare".
A beneficio dei lettori che seguono su web quanto sta avvenendo riportiamo il testo della mail che sarebbe stata inviata da Cerasoli della Siae al sindacalista Alfarano  il 15 febbraio scorso alle 13:45.
Non sembra affatto che sia una presa d'atto come dice Blandini, ma sembra un testo predisposto da Cerasoli ed inviato ad Alfarano perchè lo diffondesse. Non è difficile appurare come stanno le cose. Ci sono moderne tecnologie informatiche che possono essere utilizzate e, soprattutto, basterebbe sapeere se Alfarano ha poi e "successivamente" alle ore 13,45 del 15 febbraio effettivamente divulgato questo testo.  Se così¨ fosse sarebbe difficile giustificare perchè "prima" di mandare le mail ai propri iscritti un sindacalista la filtrava con il responsabile delle relazioni sindacali della Siae.

Si tratta di una questione serissima e gravissima che, ove non chiarita senza sbavature, getta una macchia indelebile sulla gestione dell'Ente pubblico Siae. Blandini ha detto che avrebbe disposto una indagine interna. La commissione Cultura della Camera sulla vicenda ha mostrato di non voler transigere.
E' trascorso un mese: è stata trasmessa l'ìindagine interna alla Commissione Cultura o tutto è stato insabbiato?

Category: Indagine conoscitiva Commissione Cultura della Camera dei Deputati | Added by: ossiae (26-Mar-2012) | Date: 26 marzo 2012
Views: 372 | Tags: Sindacato giallo, Siae, De Biasi, Alfarano, Cerasoli, Zazzera

Search

Link di Riferimento

  • SIAE
  • Verbali audizioni 15/2/2012
  • Verbali audizioni 22/2/2012
  • Verbali audizioni 29/2/2012
  • Trascrizione audizioni 06/3/2012
  • Verbale audizione 15/3/2012
  • Link Rassegna Stampa

  • Lo scandalo Siae | Guido Scorza | Il Fatto Quotidiano del 27 febbraio 2012
  • SIAE QUEL CHE SIA, LA POLTRONA È MIA di Malcom Pagani per il "Fatto quotidiano"
  • Scandalo Siae. Atto II. Le reazioni | Guido Scorza | Il Fatto Quotidiano del 29 febbraio 2012
  • La Siae di Nottingham | Filippo Gatti | Il Fatto Quotidiano del 14 marzo 2012
  • SIAE allo sbaraglio. Chi la salverà? | Il Journal del 30 marzo 2012
  • SEZIONE DOCUMENTI E ARTICOLI STAMPA

    VAI ALLA SEZIONE STAMPA