La Siae e i mandatari: domande senza risposta - Indagine conoscitiva Commissione Cultura della Camera dei Deputati - Indagine sulla SIAE - Osservatorio sulla SIAE

Osservatorio Indipendente sulla SIAE

Section categories

Indagine conoscitiva Commissione Cultura della Camera dei Deputati [63]
All'inizio del 2012, dopo le discusse decisioni della SIAE sul proprio patrimonio immobiliare e sul Fondo Pensioni, la Commissione Cultura della Camera ha varato una indagine conoscitiva ascoltando protagonisti e testimoni delle vicende.

Login form

Indagine sulla SIAE

Main » Articles » Indagine conoscitiva Commissione Cultura della Camera dei Deputati

La Siae e i mandatari: domande senza risposta
On. P. ZazzeraSi continuano a porre domande che emergono spontaneamente dall'analisi del materiale formatosi in Commissione Cultura ed anche grazie alle segnalazioni che pervengono dai lettori dell'Osservatorio indipendente sulla Siae. Si cominciano a nutrire dubbi sulla velocità di risposta della Siae, atteso che numerosissimi quesiti posti dagli On. Parlamentari sono ancora senza risposta.  Tra qualche giorno si inaugurerà una nuova rubrica "le x domande alla Siae senza risposta" con una numerazione dinamica utile a scandire il progresso (o meno) dell'Indagine conoscitiva. Intanto si continua a fornire un contributo di analisi.
Il 15 febbraio in una seduta della Commissione per l'Indagine conoscitiva della Siae l'On. Pierfelice Zazzera (nella foto) chiedeva al direttore Blandini "se in questi mesi vi siano state interruzioni di rapporti con mandatari e, se ciò è avvenuto, per quali ragioni". Il 22 febbraio lo stesso Parlamentare ritornava sull'argomento "Mi risulta che in questo periodo ci sono state interruzioni di rapporti di lavoro per diversi mandatari, con cui c'era un rapporto di fiducia. Chiedo per quali ragioni ciò sia avvenuto" .
Ecco la risposta -a verbale accessibile da tutti sul sito della Camera- del direttore della Siae Blandini: 
"E' stato revocato, inoltre, il mandatario di Salerno, in base a un approfondimento chiesto dalla gestione commissariale. Il giudice di Salerno ha fissato un'ulteriore udienza nei prossimi giorni rispetto al fatto che questo signore, dal 2001 - la SIAE, sul punto, non aveva mai ritenuto di intervenire -, occupava un appartamento di servizio, in cui ha sede un ufficio della SIAE, senza pagare neanche un centesimo di euro. Tale signore, anzi, in una domanda riconvenzionale aveva ritenuto di denunciare la SIAE, sostenendo che il professor Masi gli avesse promesso che gliel'avrebbe venduto a un prezzo concordato (sul punto, non ci sono però documenti e ogni dettaglio dovrebbe essere chiesto al commissario straordinario dell'epoca). Tale soggetto, quindi, aveva denunciato la SIAE perchè non gli aveva venduto l'appartamento, chiedendo addirittura 400.000 euro di risarcimento per danni morali, biologici e di altra natura. Io" -continua Blandini-  "ho svolto una sintesi estrema, ma il fatto che questo signore - contrariamente ad altri suoi colleghi che erano nella medesima situazione dal 2001 e che, invece, hanno provveduto regolarmente a pagare alla SIAE l'affitto per i beni strumentali che usavano - non ritenesse di pagare da dieci anni, ci ha portato a considerare che venisse meno il principio su cui si fonda il rapporto di mandato, anche ai sensi del Codice civile, che è il principio del rapporto fiduciario. Sulla base di ciò, si è provveduto a revocare il mandatario in questione".
Il mandatario in questione, la cui attività è stata descritta pubblicamente in questi termini, sembra però essere tornato al suo posto. Se così è, come stanno le cose?  La Siae ha deciso di tollerare gli atteggiamenti descritti? Oppure  non erano vere le informazioni dispensate da Blandini ai Parlamentari? Chi ha svolto l'"approfondimento chiesto dalla gestione commissariale" che avevano condotto addirittura a privare del suo lavoro una persona? Quali e di chi sono le responsabilità di questa vicenda? E' una prassi normale della Siae questo modus operandi? 
Sull'argomento dei mandatari si rileva, infine, che la Siae sta procedendo alla selezione di aspiranti mandatari. 
Sul suo sito sito al link http://www.siae.it/edicola.asp?click_level=0500.0100.0200&view=4&open_menu=yes&id_news=11194 se ne dà conto.
Si propongono alcune domande semplici semplici alle quali sarebbe bello che la Siae rispondesse a tutti gli interessati utilizzando lo stesso suo sito :
- è vero che la convocazione della prova scritta del 3 gennaio è avvenuta il 28 dicembre?
- la graduatoria è accessibile (almeno) dagli interessati per effettuare verifiche di trasparenza?
- è vero che durante il periodo della selezione sono stati cambiati i confini -e quindi anche il valore economico- delle mandatarie?
- infine la domanda da un milione di dollari: che significherà mai la frase contenuta nello stesso comunicato "la selezione non vincola la Siae al conferimento di un eventuale incarico di mandato"? Tale concetto era già "espresso nell'Avviso di selezione". Ma che selezione è? Una specie di "beauty contest"?
Category: Indagine conoscitiva Commissione Cultura della Camera dei Deputati | Added by: ossiae (18-Apr-2012) | Date: 18 aprile 2012
Views: 2016 | Tags: Blandini, Mandatari Siae, Siae, Zazzera

Search

Link di Riferimento

  • SIAE
  • Verbali audizioni 15/2/2012
  • Verbali audizioni 22/2/2012
  • Verbali audizioni 29/2/2012
  • Trascrizione audizioni 06/3/2012
  • Verbale audizione 15/3/2012
  • Link Rassegna Stampa

  • Lo scandalo Siae | Guido Scorza | Il Fatto Quotidiano del 27 febbraio 2012
  • SIAE QUEL CHE SIA, LA POLTRONA È MIA di Malcom Pagani per il "Fatto quotidiano"
  • Scandalo Siae. Atto II. Le reazioni | Guido Scorza | Il Fatto Quotidiano del 29 febbraio 2012
  • La Siae di Nottingham | Filippo Gatti | Il Fatto Quotidiano del 14 marzo 2012
  • SIAE allo sbaraglio. Chi la salverà? | Il Journal del 30 marzo 2012
  • SEZIONE DOCUMENTI E ARTICOLI STAMPA

    VAI ALLA SEZIONE STAMPA