L'AIDAC interviene sul nuovo Statuto della Siae - Indagine conoscitiva Commissione Cultura della Camera dei Deputati - Indagine sulla SIAE - Osservatorio sulla SIAE

Osservatorio Indipendente sulla SIAE

Section categories

Indagine conoscitiva Commissione Cultura della Camera dei Deputati [63]
All'inizio del 2012, dopo le discusse decisioni della SIAE sul proprio patrimonio immobiliare e sul Fondo Pensioni, la Commissione Cultura della Camera ha varato una indagine conoscitiva ascoltando protagonisti e testimoni delle vicende.

Login form

Indagine sulla SIAE

Main » Articles » Indagine conoscitiva Commissione Cultura della Camera dei Deputati

L'AIDAC interviene sul nuovo Statuto della Siae

L'Aidac ci chiede di pubblicare la sua precisazione in merito all'articolo apparso su l'Unità e volentieri pubblichiamo.

Contiene utilissime riflessioni sulla questione dello Statuto.


Da: AIDAC 

Data: Tue, 08 May 2012 10:25:31 +0200

Oggetto: All'att.ne di LUCA DEL FRA - articolo del 29 aprile sulla Siae

gentile Del Fra,

leggo su L¹unità del 29 aprile il suo articolo sulla Siae  società di cui

faccio parte da 1995 in qualità di autore (sez. cinema e olaf) - ed essendo

stato componente dell¹assemblea, fino al commissariamento decretato nel

2011, mi corre l¹obbligo di segnalarle alcuni gravi errori contenuti nel suo

articolo, sicuramente causati da informazioni sbagliate o imprecise che le

sono state fornite.

Lei infatti afferma che il commissariamento è avvenuto in quanto gli editori

non presentandosi in assemblea, facendo così mancare il numero legale, non

hanno permesso l¹approvazione dello statuto. Del tutto falso. Il

commissariamento è stato decretato per la mancata approvazione del bilancio,

la questione dello statuto non era neanche all¹ordine del giorno. Inoltre,

il comitato regolarmente nominato che doveva provvedere a proporre le

modifiche statutarie aveva terminato i suoi lavori, lavori che non erano

assolutamente approdati alla versione da lei esposta nell¹articolo, e cioè

la proposta di due terzi autori e un terzo editori, bensì era stato

licenziato un documento che conteneva due proposte parallele, una per ogni

corrente di cui era composto il comitato, ed entrambe prevedevano la

presenza paritaria di autori ed editori (32 e 32). Per la cronaca la

proposta ³un terzo/due terzi² era stata ventilata all¹inizio dei lavori, ma

era stata poi abbandonata. 

In definitiva lo statuto proposto ricalcava il precedente ­ da tutti

riconosciuto come un ottimo punto di equilibrio in una struttura complessa

come la Siae ­ andando a correggere pochi punti del regolamento elettorale

laddove si lasciava troppa rappresentanza agli autori a incasso zero o

prossimo allo zero, ben oltre 30.000 associati, che avrebbero dovuto

accontentarsi di cinque posti in assemblea anziché sei.


Il nuovo statuto annunciato dal commissario e consegnato in punto mortis al

Mibac che lei ­ contrariamente a noi e ai parlamentari della commissione

cultura - ha avuto la fortuna di vedere sembra già parta col piede sbagliato

dimezzando le rappresentanze degli autori e degli editori; questo infatti

significa che il cinema, il teatro, la televisione, la lirica, la

letteratura e le arti figurative dovranno accontentarsi di un posto a testa

nella futura assemblea, azzerando così ogni voce delle minoranze e della

tante diversità necessarie alla creazione del patrimonio culturale del

paese. E inoltre, abolendo il fondo di solidarietà (come anticipato con la

delibera commissariale del 15 novembre 2011) che creava un vincolo economico

e morale fondamentale tra autori ed editori, per trasformarlo in un fondo di

carità pelosa e di provvidenze da distribuire con criteri discutibili e

discrezionali e lasciando, oltre a centinaia di associati anziani senza

risorse, tutti gli associati senza la copertura assicurativa per i ricoveri

sanitari. Un gesto miope e protervo che auspichiamo ­ tra il Tar e l¹azione

del Parlamento ­ verrà presto cancellato.


Nella certezza che vorrà riportare la corretta informazione ai lettori di un

giornale che stimo e apprezzo, mi metto a sua disposizione per eventuali

ulteriori informazioni e le invio un cordiale saluto.


Mario Paolinelli

(vicepresidente Aidac)

Category: Indagine conoscitiva Commissione Cultura della Camera dei Deputati | Added by: ossiae (17-May-2012) | Date: 17 maggio 2012
Views: 372 | Tags: Mario Paolinelli, Nuovo Statuto, Siae, AIDAC

Search

Link di Riferimento

  • SIAE
  • Verbali audizioni 15/2/2012
  • Verbali audizioni 22/2/2012
  • Verbali audizioni 29/2/2012
  • Trascrizione audizioni 06/3/2012
  • Verbale audizione 15/3/2012
  • Link Rassegna Stampa

  • Lo scandalo Siae | Guido Scorza | Il Fatto Quotidiano del 27 febbraio 2012
  • SIAE QUEL CHE SIA, LA POLTRONA È MIA di Malcom Pagani per il "Fatto quotidiano"
  • Scandalo Siae. Atto II. Le reazioni | Guido Scorza | Il Fatto Quotidiano del 29 febbraio 2012
  • La Siae di Nottingham | Filippo Gatti | Il Fatto Quotidiano del 14 marzo 2012
  • SIAE allo sbaraglio. Chi la salverà? | Il Journal del 30 marzo 2012
  • SEZIONE DOCUMENTI E ARTICOLI STAMPA

    VAI ALLA SEZIONE STAMPA