Il Piano Strategico della Siae 2011-2013 di tutto parla tranne che di Fondi immobiliari - Indagine conoscitiva Commissione Cultura della Camera dei Deputati - Indagine sulla SIAE - Osservatorio sulla SIAE

Osservatorio Indipendente sulla SIAE

Section categories

Indagine conoscitiva Commissione Cultura della Camera dei Deputati [63]
All'inizio del 2012, dopo le discusse decisioni della SIAE sul proprio patrimonio immobiliare e sul Fondo Pensioni, la Commissione Cultura della Camera ha varato una indagine conoscitiva ascoltando protagonisti e testimoni delle vicende.

Login form

Indagine sulla SIAE

Main » Articles » Indagine conoscitiva Commissione Cultura della Camera dei Deputati

Il Piano Strategico della Siae 2011-2013 di tutto parla tranne che di Fondi immobiliari
I "Piani strategici" servono, appunto, ad illustrare le strategie in un ambito pluriennale. C'e' un'analisi dello stato dell'arte e viene fatta una diagnosi delle criticita' con indicati i provvedimenti che si intendono adottare nel periodo considerato.
Il Piano strategico della Siae 2011-2013 -riferisce il Direttore generale Blandini nell'audizione del 15 febbraio 2012- e' stato approvato a dicembre 2010 e poi confermato dai Commissari che lo hanno fatto proprio.
Lo si allega nella library perche' reso disponibile nel corso delle audizioni.
A pag. 111 dopo una serie di slide con bei colori, torte, effetti speciali e belle parole come "macro-processo", "cultura del cambiamento", "mappatura", "etriche di misurazione", "monitoraggio", ecc. c'e' finalmente l'elenco delle "criticità" e delle "soluzioni" :

CRITICITA'
Marginalità operativa bassa 
Marginalità negativa di alcuni prodotti/servizi 
Assenza di un processo integrato di sviluppo dell'offerta 
Recupero evasione, recupero diritti estero facilitazione attività di pagamento, miglioramento servizi esistenti e sviluppo nuovi servizi sinergici al core business
Punti di debolezza
Costi di produzione elevati
Costo degli organi sociali ancora elevato, nonostante il recente decremento
Processi di governo e operativi inefficienti
Assenza di un sistema di valutazione delle performance aziendali
Ridefinizione assetto RT, revisione accordi con i mandatari, introduzione logiche di Business Process Management, semplificazione governance
Assenza di una gestione per processi e scarso grado di integrazione tra le funzioni
Eterogeneità delle piattaforme gestite e dei modelli dei dati, alta numerosità di applicazioni non integrate tra loro
Inadeguata gestione della domanda dei servizi IT e scarsa programmazione dello sviluppo IT
Mancanza di assegnazione chiara e univoca delle responsabilità 
Mancanza di una "cultura del cambiamento" che abiliti innovazioni in tempi 
Dimensionamento e gestione organici, gestione carriere, gestione del cambiamento, revisione contratti rapidi
Assenza di un sistema premiante legato al raggiungimento di obiettivi assegnati 
Costi del personale elevati e gravati dall'eccessivo ricorso al contenzioso

SOLUZIONI
Recupero evasione, recupero diritti estero facilitazione attività di pagamento, miglioramento servizi esistenti e sviluppo nuovi servizi sinergici al core business
Ridefinizione assetto RT, revisione accordi con i mandatari, introduzione logiche di Business Process Management, semplificazione governance
Dimensionamento e gestione organici, gestione carriere, gestione del cambiamento, revisione contratti

Si invitano gli appassionati a leggere questo Piano Strategico che in particolare spicca per la previsione di enormi costi di ulteriore consulenza.

A proposito, ma chi ha scritto questo Piano Strategico? Quanto è costato?

In ogni caso ciò che qui preme sottolineare e' che non vi e' traccia della rivoluzionaria operazione immobiliare che tra Natale e Capodanno del 2011 sarebbe stata condotta.
Quale è stata l'emergenza che l'ha resa necessaria, considerato che sia il direttore generale Blandini che i commissari che hanno approvato il Piano Strategico non avevano previsto affatto pochi mesi prima di movimentare immobili per centinaia di milioni di euro? Come mai -dopo anni in cui era stranota la vicenda del Fondo Pensioni- non si è attesa la ricostituzione degli organi democratici della Siae per far decidere loro cosa fare del proprio ultracentenario patrimonio immobiliare?
Category: Indagine conoscitiva Commissione Cultura della Camera dei Deputati | Added by: ossiae (29-Mar-2012) | Date: 29 marzo 2012
Views: 279 | Tags: Fondo Pensioni, Blandini, Siae, Piano Strategico Siae

Search

Link di Riferimento

  • SIAE
  • Verbali audizioni 15/2/2012
  • Verbali audizioni 22/2/2012
  • Verbali audizioni 29/2/2012
  • Trascrizione audizioni 06/3/2012
  • Verbale audizione 15/3/2012
  • Link Rassegna Stampa

  • Lo scandalo Siae | Guido Scorza | Il Fatto Quotidiano del 27 febbraio 2012
  • SIAE QUEL CHE SIA, LA POLTRONA È MIA di Malcom Pagani per il "Fatto quotidiano"
  • Scandalo Siae. Atto II. Le reazioni | Guido Scorza | Il Fatto Quotidiano del 29 febbraio 2012
  • La Siae di Nottingham | Filippo Gatti | Il Fatto Quotidiano del 14 marzo 2012
  • SIAE allo sbaraglio. Chi la salverà? | Il Journal del 30 marzo 2012
  • SEZIONE DOCUMENTI E ARTICOLI STAMPA

    VAI ALLA SEZIONE STAMPA