Commissione d'Inchiesta sulla Siae - Indagine conoscitiva Commissione Cultura della Camera dei Deputati - Indagine sulla SIAE - Osservatorio sulla SIAE

Osservatorio Indipendente sulla SIAE

Section categories

Indagine conoscitiva Commissione Cultura della Camera dei Deputati [63]
All'inizio del 2012, dopo le discusse decisioni della SIAE sul proprio patrimonio immobiliare e sul Fondo Pensioni, la Commissione Cultura della Camera ha varato una indagine conoscitiva ascoltando protagonisti e testimoni delle vicende.

Login form

Indagine sulla SIAE

Main » Articles » Indagine conoscitiva Commissione Cultura della Camera dei Deputati

Commissione d'Inchiesta sulla Siae
La Commissione Cultura della Camera ha terminato il 6 novembre 2012 l'esame del provvedimento che istituisce una Commissione con i poteri della magistratura. non sarà' più' possibile tergiversare davanti alle domande che sono state poste e che non hanno mai avuto risposta. L'Osservatorio indipendente sulla Siae si prepara ad elaborare materiali di approfondimento sulle varie questioni da offrire collaborativamente alla Commissione d'inchiesta. Non ha funzionato l'opera di "insabbiamento" ad opera di un gruppo di parlamentari del partito di Berlusconi e sono andate a vuoto le "pressioni" che -secondo logiche da prima e seconda Repubblica- hanno provato a fermare l'accertamento delle verita'. E' evidente che siamo già' in terza Repubblica sulla Siae: in Commissione si sono saldati costruttivamente pezzi dell'Udc con Lega, IDV, Popolo e Territorio, Partito Democratico e finanche frange illuminate del vecchio  (esiste ancora?) Popolo della Liberta' (Scalera e Colucci). Molti parlamentari non hanno partecipato ai lavori o si sono limitati a firmare emendamenti forse senza leggerli. Spicca la totale latitanza di alcuni, come la Melandri che, in quanto ex ministro Vigilante, avrebbe ben potuto dire qualcosa. Non se ne sentirà' la mancanza nel prossimo Parlamento. Anzi, non si invidia il Maxxi che avrebbe avuto bisogno di altro che di una politica di professione che, pero', stando a quello che ha fatto in Commissione d'indagine sulla Siae, non faceva neanche quello.
Ecco le prime dichiarazioni da parte di alcuni parlamentari che si sono distinti per la ricerca delle risposte. Emilia De Biasi "Adesso auspichiamo che il provvedimento possa andare presto in Aula, subito dopo la sessione di bilancio, cosicche' la commissione s'insedi ed inizi a lavorare al piu' presto. La legislatura e' agli sgoccioli ma ci sono tutti i tempi tecnici, anche perche' la commissione potra' avvalersi dei materiali dell'indagine conoscitiva parlamentare. E' l'ora di garantire la massima trasparenza su un tema cosi' delicato per la cultura italiana come quello dei proventi del diritto d'autore e del loro utilizzo, a partire dagli investimenti sul patrimonio immobiliare".
Enzo Carra ''Oggi la commissione Cultura ha concluso l'esame del provvedimento che istituisce una commissione parlamentare d'inchiesta sulla Siae. Ho proposto questa commissione che in questi mesi ha subito vari e ripetuti tentativi di insabbiamento. Siamo comunque arrivati alla conclusione: a questo punto aspettiamo solo i pareri della prima commissione Affari Costituzionali e della quinta Bilancio''.
Category: Indagine conoscitiva Commissione Cultura della Camera dei Deputati | Added by: ossiae (12-Nov-2012) | Date: 6 novembre 2012
Views: 408 | Tags: Siae

Search

Link di Riferimento

  • SIAE
  • Verbali audizioni 15/2/2012
  • Verbali audizioni 22/2/2012
  • Verbali audizioni 29/2/2012
  • Trascrizione audizioni 06/3/2012
  • Verbale audizione 15/3/2012
  • Link Rassegna Stampa

  • Lo scandalo Siae | Guido Scorza | Il Fatto Quotidiano del 27 febbraio 2012
  • SIAE QUEL CHE SIA, LA POLTRONA È MIA di Malcom Pagani per il "Fatto quotidiano"
  • Scandalo Siae. Atto II. Le reazioni | Guido Scorza | Il Fatto Quotidiano del 29 febbraio 2012
  • La Siae di Nottingham | Filippo Gatti | Il Fatto Quotidiano del 14 marzo 2012
  • SIAE allo sbaraglio. Chi la salverà? | Il Journal del 30 marzo 2012
  • SEZIONE DOCUMENTI E ARTICOLI STAMPA

    VAI ALLA SEZIONE STAMPA